“Accordi e fughe” la mostra di Filippo Sorcinelli al Musas

 

Dal 30 dicembre 2021, il Museo Storico Archeologico di Santarcangelo ospita “Accordi e fughe”, un progetto espositivo che da voce alla poliedrica attività artistica di Filippo Sorcinelli: un’attività che spazia dalla produzione di paramenti sacri alla pittura, dalla fotografia alle installazioni, passando per la musica fino alla produzione di collezioni olfattive, le cui fragranze verranno diffuse all’interno del complesso museale garantendo al visitatore un’esperienza multisensoriale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In occasione del ventesimo anniversario dell’attività di LAVS, il Laboratorio Atelier di Vesti Sacre nato nel 2001 a Santarcangelo e divenuto ben presto punto di riferimento d’eccellenza nel settore sia in Italia che all’estero, il suo fondatore e direttore artistico Filippo Sorcinelli ha deciso di raccontarsi attraverso la sua vasta ed eclettica produzione artistica con “Accordi e fughe”, una mostra multisensoriale che si sviluppa nei tre piani del Museo Storico Archeologico di Santarcangelo.

Il percorso di Filippo Sorcinelli è unico e originale: la fascinazione per il sacro inizia a Mondolfo, il borgo marchigiano dov’è nato e prosegue nei suoi studi d’arte e nel diploma al Conservatorio come maestro organista. Dalla sorella e dalla zia apprende l’arte della sartoria e del ricamo e, grazie ad un amico che doveva prendere i voti, nasce l’atelier LAVS. Dall’idea di profumare le confezioni che custodiscono i paramenti sacri al momento di essere spedite, nel 2013 nasce anche il marchio di profumi d’arte Filippo Sorcinelli.

 

           

 

 

 

 

 

 

 

Nella mostra “Accordi e fughe” è esposto il frutto dell’ampia attività di Filippo Sorcinelli che spazia dai paramenti sacri – tra cui quelli realizzati per i papi Benedetto XVI e Francesco –, a tavole e tele di varie dimensioni, a cui si aggiungono sculture, installazioni e video. Comune denominatore tra le diverse opere – che dialogheranno con il percorso espositivo del Musas, in particolare con i paramenti di Papa Ganganelli che appartengono alla collezione permanente del museo – è il concetto di sinestesia, quel fenomeno percettivo che consiste nella contaminazione di due o più sensi tra loro, da sempre caro all’artista e fonte perenne di ispirazione per lui.

Tutte le opere traggono ispirazione dalla dimensione del sacro, interiorizzata dall’artista e comunicata attraverso un linguaggio chiaro, essenziale e ricco di valore emotivo. Il percorso di Filippo Sorcinelli è quello di un artista-artigiano nel senso più nobile del termine, che mutua dal suo vissuto e dalla tradizione il saper fare, quel provare e riprovare assimilato quasi alla meditazione e alla preghiera, unito a un continuo esercizio del sé che oscilla tra eccesso e armonia, tra sacro e profano, tra il qui e l’altrove, il tutto espresso con un segno possente, un colore materico e un tratto a volte violento e allo stesso tempo sublime.

“Accordi e fughe” si configura così come un percorso tra tecniche pittoriche e arti apparentemente effimere come la musica e l’arte profumiera, che innesca un legame profondo le une con le altre, che altro non è che la cifra stilistica dell’artista. Per assicurare al visitatore questa esperienza “sinestetica”, all’interno del complesso museale è prevista anche la diffusione di fragranze e di suoni attraverso installazioni posizionate lungo il percorso espositivo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo l’inaugurazione, in programma giovedì 30 dicembre 2021 alle ore 18, la mostra potrà essere visitata il sabato e la domenica dalle 15.30 alle 19 fino al 27 marzo 2022, e si potrà partecipare ad alcuni eventi collaterali.

Per accedere al Musas è necessaria la Certificazione verde Covid-19 rafforzata (super green pass). Per informazioni è possibile contattare i numeri 0541/625212 e 0541/624703

 

EVENTI COLLATERALI 

 

Domenica 27 Febbraio dalle 17 alle 19 – MUSAS Museo storico archeologico

I Solisti della Marca al Musas

La Musica Sacra tra le sale del Museo

 

Giovedì 10 Marzo ore 18 – Supercinema

Filippo Sorcinelli “Vedere e Credere”

Proiezione in prima italiana del Documentario francese

 

Domenica 13 Marzo ore 17 – MUSAS Museo storico archeologico

Passeggiata a San Francesco con il Professor Papetti

curatore scientifico delle Collezioni Comunali di Ascoli Piceno

 

Gli eventi sono ad ingresso libero, necessario il Green Pass rafforzato e mascherina ffp2

 

*****

Filippo Sorcinelli – Presidente dell’Associazione culturale PAM – Pro Arte Mondolfo, artista underground e organista, virtuoso e iconoclasta, nonché apprezzato sarto dei Papi. Maestro d’Arte dal 1992, parallelamente studia presso il Conservatorio Gioacchino Rossini di Pesaro fino al 1996. Nel 1997 ottiene una borsa di studio dal Pio Sodalizio dei Piceni per perfezionarsi in Organo presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma.

È stato organista presso la cattedrale di Fano dal 1989 al 1998, presso la cattedrale di Rimini (Tempio Malatestiano) nel 2012 e presso la Cattedrale di San Benedetto del Tronto dal 2007 al 2013. Ha inciso un suo primo lavoro discografico nel 2015 “Francophilie” dedicato interamente alla musica francese. È particolarmente apprezzato, tra l’altro, per la sua importante abilità nell’improvvisare all’organo.

Parallelamente agli studi musicali, Filippo Sorcinelli incornicia la sua poliedrica attività attraverso una ricca ricerca pittorica e scultorea, partecipando ad esposizioni personali e collettive, tra le quali spiccano gli interventi a Roma, Milano, Parigi e la mostra “Vedere e credere”, intenso lavoro creato per la municipalità di Porto Vecchio (Corsica) in occasione della produzione dell’omonimo documentario trasmesso sulle televisioni francesi.

Fondatore nel 2001 dell’atelier LAVS (Laboratorio Atelier Vesti Sacre) con sede a Santarcangelo di Romagna, dedito allo studio e alla produzione di paramenti sacri per la Chiesa Cattolica. Il lavoro di LAVS è riconosciuto e documentato in tutto il mondo per aver realizzato numerose vesti per papa Benedetto XVI e per la messa di inizio pontificato di papa Francesco (2013).

Sue opere sono state realizzate per la mostra Saint Jérome di Georges de La Tour nel 2013, organizzata dal Musée Départemental Georges de La Tour e il Conseil Géneréral de la Moselle in collaborazione con il Louvre di Parigi (catalogo IAC Edition d’Art 2013). Sempre nel 2013 gli viene affidato il compito della ricostruzione dei paramenti sacri in occasione della ricognizione delle spoglie di papa Celestino V all’Aquila e recensito da Focus.

Nel 2013 fonda Alter Duo srl, casa di profumi d’arte di design, che oggi vanta 23 fragranze suddivise in cinque collezioni. È curatore e direttore Artistico della Chiesa della Croce di Senigallia, di Synesthesia Festival, unica rassegna italiana dedicata ai cinque sensi e di Mondoldo galleria senza soffitto, progetto permanente di riqualificazione urbana attraverso la street art e l’arte contemporanea. Nel 2015 il Comune di Santarcangelo di Romagna conferisce a Filippo Sorcinelli la Benemerenza civica per meriti artistici.

dal 30 dicembre 2021 al 27 marzo 2022

Articoli correlati

sabato 14 maggio 2022, ore 17

In linea col tempo

Presentazione del progetto realizzato dalla classe IV D dell'Istituto professionale Einaudi, Viserba di Rimini.

sabato 14 e domenica 15 maggio

Ai musei fioriscono le storie

In occasione del weekend di Balconi Fioriti le iniziative dei musei Met e Musas, per adulti e bambini

da aprile a dicembre 2022

Bookcrossing al Musas

ritorna l'iniziativa per lo scambio di libri in libertà al museo storico archeologico

© 2012-2022 Fo.Cu.STutti i diritti riservatiCF / Partita IVA 02308610407
Privacy Policy   -    Cookie Policy   -    Preferenze Cookie   -    Credits