Fuochi di Marzo al Met

12524348_1149124385100298_6182142799149169075_n

Venerdì 18 marzo 2016

Santarcangelo festeggia San Giuseppe con “La vègia dla fugaròina: sal tègi, al pìdi e i bàl tl’èra”: focarina con veglia, cena, balli e altro ancora al Museo Etnografico.

Alle 18 presentazione di “AmarMET”, progetto nato con l’obiettivo di promuovere la conoscenza dei beni rurali santarcangiolesi, fra paesaggio culturale e agricolo, attraverso la valorizzazione del Museo Etnografico.
A seguire, il direttore dell’Istituto dei Musei Comunali, Mario Turci, condurrà un dialogo su “Il senso della focarina nella tradizione”, un approfondimento sulle usanze popolari legate ai fuochi di marzo.

Dalle 19,30: veglia conviviale attorno al fuoco, alimentato in grandi bracieri ideati e creati dagli artisti della Mutoid Waste Company.
Assaggi di specialità culinarie, tra cui la pizza di Quirino D’Angelo preparata con un forno in terra cruda e la piada cotta sulle tipiche teglie di Montetiffi realizzate da Maurizio Camilletti (chi lo desidera può portare da casa il proprio impasto di piada, che verrà steso e cotto direttamente sulle teglie).

Allieteranno la serata i “Balli nell’aia”, melodie e balli folkloristici a cura del gruppo di musica etnica e tradizionale “Uva Grisa”.

www.comune.santarcangelo.rn.it/comunicato

Il programma della serata qui

Pagina FB: AmarMet

18 marzo 2016

Articoli correlati

sabato 25 e domenica 26 giugno 2022

Festa del Grano al MET

il museo etnografico organizza una serie di eventi, legati al tema del ciclo del grano, in particolare alla trebbiatura: un momento di festa, di convivialità, perché significava che il raccolto era stato abbondante. Venite a festeggiare con noi?

© 2012-2022 Fo.Cu.STutti i diritti riservatiCF / Partita IVA 02308610407
Privacy Policy   -    Cookie Policy   -    Preferenze Cookie   -    Credits