ARCA di santARCAngelo

Inaugurazione del murale “Oltre la Primavera Silenziosa” di Gola Hundun

 

 

Sabato 26 novembre 2022 alle ore 12 verrà inaugurata l’opera Oltre la Primavera Silenziosa dell’artista Gola Hundun presso il giardino del Met, Museo Etnografico di Santarcangelo di Romagna.

Il progetto artistico Oltre la Primavera silenziosa parte dai temi della convivenza tra uomo e natura e del terzo paesaggio in contrasto con l’urbanizzazione: si tratta di un murale che trasforma le pareti del magazzino del Met in un giardino con figure fitomorfe e sagome di volatili dai colori e dai contorni evanescenti.

L’opera murale viene realizzata grazie alla sponsorizzazione di IVAS Spa, partner pluriennale dei progetti di Street Art a Santarcangelo di Romagna.

“L’opera – racconta l’artista –  parte dall’ispirazione del libro Primavera silenziosa e dal fenomeno che ha portato alla scomparsa del canto degli uccelli nelle campagne a causa dell’impiego dei pesticidi chimici. Il testo che Rachel Carson ha scritto negli anni sessanta ha anticipato i temi relativi a ecologia e impatto dell’uomo sul territorio agricolo e terrestre. La proposta che ne è derivata è una texture in movimento di un paesaggio naturale astratto, colto in un momento di trasformazione. Tra le forme organiche di ascendenza vegetale si scorgono delle silhouette stilizzate e trasformate dal movimento. Sono uccelli: uccelli amorfi che si fondono con le forme arboree o vegetali, dipinti in bianco proprio per manifestare l’assenza degli stessi, perché il bianco, come nei miei lavori precedenti, è simbolo di assenza e allo stesso tempo di luce. Qualcosa a cui portare attenzione. La dinamica del disegno fotografa un movimento da sinistra a destra, sullo stile dei fregi dei templi della Grecia antica. Questo movimento racchiude anche l’idea della narrazione contenuta nel disegno. Una narrazione che vuole invertire l’incipit riportato nelle motivazioni iniziali per rappresentare il lento ritorno degli uccelli nel paesaggio agricolo e naturale che va via via ripopolandosi, auspicando che la loro presenza possa essere sempre maggiore. E a questo punto la narrazione si amplia ulteriormente, perché gli uccelli rappresentano la ricomparsa di tutti gli animali, con il ritorno a un mondo in cui la compresenza e la coesistenza uomo-natura cresca sempre di più, sia nel territorio antropizzato che non.”

L’opera comprende l’installazione Nidi, manufatti in argilla di bambine e bambini realizzati durante il laboratorio di lavorazione della creta tenuto dall’artista.

La realizzazione del murale si inserisce all’interno del progetto ARCA di SantARCAngelo 2022 che si svolge nel parco del MET– Museo etnografico – ed è il crocevia di una serie di eventi che raccontano la comunità, il paesaggio e la natura con opere di artisti, musicisti e performer.

Vi aspettiamo quindi sabato 26 novembre al Met alle 12.00 per l’inaugurazione ufficiale del murale con i saluti istituzionali e dell’artista, a cui seguirà un brindisi a cura di Proloco Santarcangelo.
Sabato 26 novembre 2022

Articoli correlati

Mostra retefì
Sabato 26 novembre 2022

Apre il sipario ReTeFì

APRE IL SIPARIO ReTeFì (Rete dei Musei Regionali del Teatro di Figura): appuntamento per sabato 26 novembre alle 10.00 presso il Met – Museo Etnografico di Santarcangelo di Romagna.

© 2012-2022 Fo.Cu.STutti i diritti riservatiCF / Partita IVA 02308610407
Privacy Policy   -    Cookie Policy   -    Preferenze Cookie   -    Credits