Incontro con Luciano Casali e Pier Gabriele Molari

***   ***   ***

Alla Baldini per…ascoltare, conoscere, curiosare

***   ***   ***

 

Giovedì   28 settembre, ore  21

Biblioteca comunale A. Baldini

Presentazione del volume

Per non dimenticare Rino Molari 

edizione ANPI sez. Santarcangelo

di Luciano Casali e Pier Gabriele Molari

Interverranno gli autori

 

Rino Molari nasce a Santarcangelo di Romagna (RN) il 9 maggio 1911.

Insegnante, subito dopo la caduta del fascismo, si adoprò per costituire a Santarcangelo di Romagna un primo nucleo antifascista, nel quale entrò come rappresentante della DC. In seguito, sopravvenuto l’armistizio, Molari si diede ad organizzare rifugi per i ricercati politici e i militari sbandati, a mettere in piedi i primi collegamenti tra i gruppi che si stavano costituendo per la lotta armata contro i nazifascisti, a diffondere la stampa clandestina.

Partigiano dell’ottava Brigata Garibaldi, l’insegnante fondò il CLN di Santarcangelo, in collegamento con i comitati di Rimini, di Riccione, di Morciano, di Pesaro e di Novafeltria, dove risiedeva. Il 27 aprile 1944 (in seguito ad una spiata di Giuseppe Ascoli), Rino Molari cadde nelle mani dei fascisti a Riccione. Tradotto a Cesena, fu poi rinchiuso nel carcere di San Giovanni in Monte a Bologna, a disposizione delle SS. L’insegnante rimase in cella, sottoposto a tortura sino al 6 giugno, quando i tedeschi decisero il suo trasferimento nel campo di concentramento di Fossoli. Rinchiuso nella baracca 16 A, Molari fu immatricolato col numero 1406. Poco più di un mese dopo, con altri  66 martiri, fu trucidato dai nazifascisti nel poligono di tiro a segno di Cibeno.

Dopo la Liberazione, a Rino Molari è stato intitolato l’Istituto tecnico statale commerciale di Santarcangelo di Romagna; portano il suo nome pure strade del suo paese natale, di Riccione, di Novafeltria (dove a lui è stata anche intitolata una struttura sportiva).

Questo ricordo è stato fortemente voluto dalla sezione santarcangiolese dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e scritto a due mani dal figlio Pier Gabriele Molari e dallo storico Luciano Casali.

Il libro racconta la breve vita di una persona forte dei propri ideali, che non ha mai esitato a dimostrare la propria scelta di libertà. Per non dimenticare.

 

***   ***   ***

 

GLI AUTORI:

Prof. Luciano Casali

Già docente (dal 1972) di Storia contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna.

Nell’anno accademico 2005-2006 assume l’insegnamento anche di Storia della Spagna.

Fra i suoi numerosi titoli:

E’ stato per molti anni

  • vice-direttore del  Dipartimento di Discipline storiche Università di Bologna (1994/2000);
  • Segretario e membro del Consiglio direttivo dell’Istituto storico della Resistenza di Ravenna (1964/80);
  • Membro, e poi Direttore, del Comitato scientifico dell’Istituto regionale per la storia della Resistenza in Emilia-Romagna (anni 70- 91);
  • membro del Comitato scientifico della Fondazione Ex Campo di concentramento di Fossoli (1995-2010) e del Comitato Scientifico della Fondazione “Alcide Cervi” dal 1995

Inoltre:

  • E’ stato responsabile di varie collane (Carrocci – pubblicazioni del Dipartimento di Discipline Storiche dell’Università di Bologna), nonché redattore di diversi periodici
  • Professore ospite (invitato) presso il Dipartimento di Storia contemporanea dell’Università di Valencia e Dipartimento Storia moderna e contemporanea dell’Università Autonoma di Barcellona.
  • membro del Comitato scientifico Centro di documentazione storico-politica sullo stragismo dal 2002

Suoi specifici argomenti di  studio – e relative pubblicazioni – vi è  la Storia della Resistenza,  in particolare dell’Emilia Romagna, delle sue vicende in parte dimenticate e dei suoi esponenti più significati (Don Minzoni, i fratelli Cervi, ora Rino Molari); nonchè della storia operaia e contadina dell’Emilia-Romagna.

Altri, collegati, suoi argomenti di ricerca sono sempre stati il franchismo, il fascismo e l’analisi comparata dei fascismi europei, nonchè delle stragi da questi compiute nel corso degli anni.

Evidenziamo – come “cartina di tornasole” significativa dell’apporto del prof. Luciano Casali allo studio della storia contemporanea  –come sul catalogo della Rete bibliotecaria di Romagna e San Marino (http://scoprirete.bibliotecheromagna.it)  vi siano ben più di cento notizie relative a sue pubblicazioni – o a suoi contributi a pubblicazioni.

 

Molari Pier Gabriele

Figlio di Rino Molari.

I suoi studi hanno avuto un indirizzo diverso da quelli del padre: si è infatti laureato  ingegneria meccanica all’Università di Bologna.

E’ stato per più di tre decenni professore ordinario presso detto ateneo, insegnandovi Costruzione delle macchine.

 

 

Articoli correlati

© 2012-2022 Fo.Cu.STutti i diritti riservatiCF / Partita IVA 02308610407
Privacy Policy   -    Cookie Policy   -    Preferenze Cookie   -    Credits