La Baldini presenta “Polifonia d’autore” a cura di Fara Editore

22 ottobre_locandina - 1

Nell’ambito dei sabati della Biblioteca Baldini di Santarcangelo, sabato 22 ottobre 2022 dalle ore 16:00 incontriamo e ascoltiamo diversi ospiti. Tra questi:

le vincitrici del concorso Faraexcelsior, Natascia Ancarani e Francesca Bavosi

Natascia Ancarani da Pellegrini

Natascia Ancarani dopo aver frequentato il liceo a Ravenna, negli anni Ottanta si trasferisce a Pavia per studiare filosofia che ancora insegna nelle scuole superiori. Con un gruppo femminista ha collaborato allo studio Il sonno della ragione. Saggi sulla violenza (Dell’Arco 1993). Nel 2006 ha vinto il “Pubblica con noi” di Fara e da allora ha partecipato a diverse kermesse della casa editrice. Nel 2016 è uscito il saggio narrativo Doppia Esposizione, Berlin 1985-2015, Edizioni del Foglio Clandestino.

Francesca Bavosi da Ipotesi di misura

Francesca Bavosi è nata e vive a Fano (PU). Laureata in Lettere classiche all’Università di Urbino, insegna con gratitudine in una scuola della sua città. Alcuni suoi testi sono stati selezionati in concorsi nazionali e internazionali (5° Premio De Palchi Raiziss, Presidente di giuria Giovanni Raboni; 4° Premio Nazionale Novella Torregiani; VI Premio Città di Conza; Premio Zeno 2021).

Il vincitore del concorso Narrapoetando

Bande à part da Come una spirale

Bande à part (Rimini, 1967), ama la letteratura del Novecento (il modernismo anglo-americano e sudamericano, l’école du regarde, il gruppo ’63, Lars Gustafsson, Cees Nootebom…), quella per cui il compito di un autore non è descrivere la realtà, perché la scrittura è limitata: se uno dice “blu”… siamo certi di immaginare lo stesso preciso colore che ha in testa lui? Se è così, la complessità del reale non può essere colta nella sua interezza. Più che l’espressione della verità alla scrittura spetta la ricerca di un senso e il romanzo perde la fisionomia confortevole di specchio della nostra vita. Non offre più una storia in cui immedesimarsi e diventa un atlante in continua evoluzione per ordinare i nostri pensieri.

I poeti

Matteo Pasqualoneprimo al Faraexcelsior con Ogni nascita è dal caos – con Trattato di resa

Matteo Pasqualone nasce a Cesena (1987). È marito, padre e insegna nella scuola secondaria di primo grado. Da anni il suo studio e la sua passione si concentrano sul rapporto fecondo tra teologia e letteratura. Ha pubblicato la raccolta poetica Scommessa d’eterno (Il Ponte Vecchio, Cesena, 2016). Vive a Cesenatico. Ha vinto il concorso Faraexcelsior 2020 con Ogni nascita è dal caos.

Davide Valecchi da La strada del nutrimento finalista al Narrapoetando

Davide Valecchi (Firenze, 1974), polistrumentista, dal 2003 è chitarrista del gruppo post-punk Video Diva. Con lo pseudonimo di almost automatic landscapes dal 2001 ricerca nel campo della musica elettronica spaziando dal minimalismo alla dark e cosmic ambient, passando per il glitch, la musique concrète e la drone music, fino ad approdare a un ibrido in cui le suggestioni sperimentali si coagulano con una forma musicale più tradizionale e strutturata con uso di sintetizzatori analogici. Ha pubblicato in poesia: Magari in un’ora del pomeriggio (Fara 2011), Nei resti del fuoco (Arcipelago Itaca 2017) e La strada del nutrimento (Fara 2021). Altre poesie e racconti sono presenti in antologie e in vari blog letterari. Collabora con poeti e scrittori a eventi in cui si fondono musica elettronica, parola e video di ricerca. 

Stefano Bianchi dalla pluripremiata raccolta Da quando non ci siete

Nato a Rimini, Stefano Bianchi ha pubblicato le raccolte: La bottiglia (Pendragon 2005), Le mie scarpe son sporche di sabbia anche d’inverno (Fara Editore 2007, Premio Cluvium 2008), Sputami a mare (Le voci) (Fara 2010, segnalata al Premio internazionale Città di Marineo 2011) e Da quando non ci siete (Fara 2021, fra i numerosi riconoscimenti il 2° premio al Piemonte Letteratura 2022 e il Premio speciale Assunta del concorso La stradina dei poeti 2022, foto a lato). Alcune poesie sono state selezionate dalla Casa editrice Aletti per la registrazione di un cd audio video per la voce dell’attore Alessandro Quasimodo, figlio del poeta premio Nobel Salvatore Quasimodo.

Seguiranno interventi lampo di 

Mirca Carrozzo con L’incontro da Io sono te. Poesia, religioni, cultura nella Terra delle Aquile.

Mirca Carrozzo nata a Rimini, laureata all’Università di Bologna in Giurisprudenza ha conseguito l’abilitazione di avvocato. Insegna “Diritto degli Enti locali” in corsi di formazione per la preparazione ai concorsi pubblici. È presente nei seguenti volumi nati dalle kermesse fariane: La via, Io sono te, Respiro, Vivere l’abbandono e Il muro.

Marco Colonna con Il pane delle ore

Marco Colonna (foto Renzo Zilio) nato a Palermo, vive a Forlì. Dirige dal ’99 il portale web di cronaca e attualità politica sestopotere.com. Cura il canale You Tube Lotta alle mafie. Ha scritto articoli per vari quotidiani nazionali. Ha collaborato con i Tg e Rg di VideoRegione e radio locali. Ha pubblicato libri di cinematografia. Poesie selezionate e segnalate nei concorsi Faraexcelsior 2016 e 2017 e Zuppardo sono inserite in diverse antologie del Premio La Gorgone d’oro 8). Ha pubblicato con Fara le raccolte poetiche Ani+ma (2016), Siamo sono (2017, finalista al Premio Città di Arona 2018), Ho scritto questo salto (2019, prima classificata al Narrapoetendo). È inserito in molte opere collettanee fra cui L’orizzonte delle metafore (Edizioni Tracce 2018) e La responsabilità delle parole (Fara 2018).

Paola Spigarelli da Le scrittrici di D’Io

Moglie, mamma, educatrice e scrittrice, tutto per passione! Paola Spigarelli innamorata fin da piccola dei libri, trova nella letteratura e nella storia delle donne una riserva inesauribile di meraviglia e forza, la stessa che mette nel lavoro quotidianamente con i bimbi.

Fabio Cecchi con una Nota di lettura  

Fabio Cecchi (Cesena, 1991) abita da sempre nel Riminese, salvo qualche soggiorno in terra inglese e francese, nazioni di cui ammira lingua e cultura. A Rimini consegue diploma liceale e laurea triennale come Educatore Sociale e Culturale. Ospite storico dei convegni Fara, da amante delle letterature, trovate suoi contributi in rete e nelle antologie dedicate, recenti e meno recenti. Da anni, per problemi di salute, deve rinunciare alle attività di studio, musica e sport. È su Instagram nella veste di Fabius Urbex, un profilo dedicato ai luoghi abbandonati.

William Protti con I due pinocchi

William Protti, nato nel 1965 a San Marino, vive a Santarcangelo di Romagna. Appassionato di fumetti, ha ideato varie strisce e tavole a livello locale; ha disegnato la copertina di Poesie in soffitta e l’illustrazione a corredo del racconto conclusivo de Le Favole dello zio Oliviero (Ed. La Sfera Celeste). Sua la traduzione visiva di Filastrocche piccole così (Danilo Montanari Editore). L’impegno in ambito culturale e artistico lo ha portato a collaborare all’impaginazione di alcuni libri, tra cui Terre Splendenti – La Via Crucis di Giulio Liverani (Ed. Il Ponte). Fra il 2015 e il 2016, con i racconti “Un giorno di follia” e “La minaccia”, si è classificato quarto nei concorsi fariani Rapida.mente e Pubblica con noi. Nel 2017 è terzo al concorso Narrabilando con Kronin. Visioni dal futuro e nel 2018 secondo al Narrapoetando con Vera.

David Aguzzi con Versi per Antonia

David Aguzzi, nato a Rimini, vive a Riccione. È laureato in Sociologia e in Scienze della comunicazione. Socio e presidente dell’Associazione Teatro Aenigma (Urbino), co-fondatore della rivista Teatri delle diversità e delle Edizioni Nuove Catarsi, ha scritto libri e saggi su varie tematiche sociali e numerosi articoli per Teatri delle diversità. Ha realizzato il cortometraggio Cambiamo Discorso? È presente in numerose antologie fariane; le ultime La via (2019), Respiro (2020) e Il muro (2021), L’albero (2022). Primo al Concorso Viaggi di Versi 2014, Editrice Pagine, con la poesia Oggi. Ha messo in scena con la Compagnia del Gruppo Atena, composta da attori con patologie psichiche e disagio sociale, le drammaturgie teatrali – Mi fido di te, Il Treno dei desideri, Il vecchio geloso, Vorrei essere speciale, … ma queste son parole!

Giorgio Iacomucci da L’albero

Giorgio Iacomucci (1961) è nato e vive a Pesaro. Laureato in Scienze Politiche all’Università di Urbino, si occupa di logistica nell’Amministrazione Comunale. È attivo nel mondo del volontariato. Ha creato, nella frazione di Novilara, un giardino in memoria della sua compagna di vita Daniela Marcolini e ne parla nel toccante Un giardino per Daniela (2019). Ha curato e pubblicato nel 2019 una antologia di versi dal titolo L’anima poetica nel giardino di Daniela. È presente nel volumi fariani La via, A tu per tu, Respiro, Vivere l’abbandono, Il muro, L’albero.

Laura Corraducci con L’obbedienza alla Parola

Laura Corraducci è insegnante di inglese a Pesaro. Il passo dell’obbedienza è il suo terzo libro di poesie ed è uscito nel 2020 per Moretti e Vitali. Cura da dieci anni la rassegna poetica Vaghe stelle dell’Orsa per l’Assessorato alla Cultura del comune di Pesaro.

Salvatore Ritrovato con Flash poetici

Salvatore Ritrovato, poeta, saggista, critico. Pugliese di origine, vive a Urbino da molti anni, dove insegna letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università e ha un incarico di Scrittura creativa presso l’Accademia di Belle Arti. Ha pubblicato diverse raccolte di poesie e plaquette (l’ultima L’anima o niente, 2020) e saggi critici (l’ultimo il commento a Letteratura come vita di Carlo Bo, 2022).

Ingresso libero

sabato 22 ottobre 2022

Articoli correlati

Votes for women 2022
domenica 4 dicembre 2022

Ti ho amato da… morire. Voci di donne

Il Comune di Santarcangelo di Romagna, la Baldini e il gruppo TeatriAmo presentano lo spettacolo Ti ho amato da... morire. Voci di donne.

La Baldini presenta Miresa Turci
sabato 3 dicembre 2022

La Baldini presenta

La Baldini presenta "Liber - Libris - Libra. Tre decenni di storie e racconti" di Miresa Turci

© 2012-2022 Fo.Cu.STutti i diritti riservatiCF / Partita IVA 02308610407
Privacy Policy   -    Cookie Policy   -    Preferenze Cookie   -    Credits