Manovre di scambio

Percorso transculturale nelle vie di Santarcangelo

Libri per dialogare, Bookcrossing, Biblioteca Vivente

Domenica 6 dicembre 2009
PRO LOCO, Via C. Battisti 5
MUSAS – Museo Storico Archeologico
Via della Costa 26
15.30 – 18.30

Quarto appuntamento con BOOK CROSSING

Dopo il successo dei precedenti appuntamenti, si ripete l’iniziativa “LIBRI IN LIBERTA’”, Bookcrossing al Museo Storico Archeologico – MUSAS.

Rilasciare un libro è come l’inizio di un’avventura per i proprietari dei libri, per i libri e per i loro nuovi lettori.

L’idea è quella di rilasciare libri nell’ambiente naturale, compreso quello urbano, ovvero ovunque una persona preferisca, affinché i libri possano essere ritrovati e quindi letti da altre persone.

L’iniziativa prevede l’ingresso al Museo Storico Archeologico di Santarcangelo con un proprio libro da lasciare all’interno delle sale espositive e la possibilità di impossessarsi di un altro libro, dando così a coloro che parteciperanno l’opportunità di legare la passione per la lettura e per i libri ad una passeggiata alla scoperta dei tesori del Museo.

Progetto Biblioteca Vivente

Cos’è

La Biblioteca Vivente è uno strumento ideato per rompere stereotipi e diffidenze, promuovendo la conoscenza e il dialogo.

Come funziona

La Biblioteca Vivente funziona come tutte le altre. Vieni e sfoglia il catalogo, se un titolo richiama la tua attenzione, prendi il libro in prestito e ascoltalo.

Libri viventi

I libri della nostra biblioteca sono persone in carne e ossa, disposte a raccontarti la propria storia e a rispondere alle tue domande e alle tue curiosità.

Regole

Per consultare i nostri libri ci sono cinque piccole regole:

  1. devi registrarti al banco prestiti
  2. puoi prendere in prestito un libro alla volta, per un massimo di 30 minuti
  3. devi restituire il libro nelle stesse condizioni in cui ti è stato consegnato
  4. è vietato danneggiare il libro, segnare o strappare le pagine, sottolineare frasi, macchiare il libro con cibo o bevande, urtare la sensibilità o la dignità del libro
  5. il libro può di sua iniziativa interrompere la consultazione in qualunque momento.

L’appuntamento è quindi al Museo Storico Archeologico— MUSAS, dove il lettore potrà sfogliare, pagina dopo pagina, il proprio libro.

L’idea della Biblioteca vivente è nata nel 2000 grazie all’Associazione danese Stop alla Violenza ed è stata ripresa dal Consiglio d’Europa all’interno della campagna “Tutti uguali e tutti diversi” contro le discriminazioni. Si tratta di un format che si ripete e viene usato in modo diverso dai vari enti e associazioni europee.

6 Dicembre 2009
© 2012-2022 Fo.Cu.STutti i diritti riservatiCF / Partita IVA 02308610407
Privacy Policy   -    Cookie Policy   -    Preferenze Cookie   -    Credits