Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali

Giovedì 18 gennaio alle ore 21.00, in occasione della giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali, si terrà in Biblioteca Baldini un incontro in collaborazione con la Pro Loco di Santarcangelo: Il dialetto: una lingua anche scritta?
Con Alessandro Astolfi, Dauro Pazzini e Giorgio Casadei Turroni presidente del centro culturale l’Ortica di Forlì. Coordina l’incontro Pier Angelo Fontana. 

Tra gli ospiti

Alessandro Astolfi, classe 1997 è laureato in linguistica e filologia con lavori finalizzati alla corretta rivalutazione delle lingue e delle tradizioni italiane. Finalista al premio nazionale “Salva la tua lingua locale” 2023.

Dopo una breve illustrazione della storia dei dialetti italiani e delle tradizioni locali italiane, l’autore spiega come siano stati creati stereotipi negativi con l’intento di denigrare queste lingue ed espressioni culturali. La festa di San Martino di Tours è presa come esempio di una tradizione, festeggiata a livello locale in molte parti d’Italia (con particolare riferimento a Santarcangelo di Romagna), che risale all’antico mondo pagano. In conclusione, l’autore sottolinea l’importanza di un recupero consapevole delle tradizioni locali, al fine di evidenziare come l’essenzialismo culturale sia un concetto errato.

Dauro Pazzini, è nato a Verucchio (Rimini) da genitori verucchiesi il 5 giugno del 1953.
Dal 1960 vive a Santarcangelo di Romagna. È autore di testi per canzoni, poesie (in lingua e in dialetto), racconti e aforismi. Ha collaborato e collabora tuttora ad alcune riviste letterarie fra le quali LA PIÊ, LA LUDLA, L’ORTICA.

Molti suoi aforismi, poesie e racconti sono pubblicati su “Il Sodalizio letterario” e “La Piê”. A quest’ultima ha collaborato anche con aforismi dialettali manoscritti, corredati da sue fotografie.

Altri suoi aforismi sono pubblicati su “L’Ortica” e “Confini”. È presente in alcune importanti antologie fra cui Santarcangelo dei Poeti, edizione della   Banca Popolare Valconca, Rimini 1994 e POETI delle ALTRE LINGUE 1990-2010 di Pietro Civitareale, Edizioni Cofine, Roma 2011. È presente nei volumi Premio letterario “Sauro Spada” per racconti in lingua romagnola, concorsi 2013, 2014, 2015, 2016, 2017. (Editrice Stilgraf, Cesena ).

Sullo studio del dialetto ha pubblicato, in due parti: Uniformiamo la scrittura dialettale, cittadini! rivista LA LUDLA,  Luglio-Agosto e settembre 2015. Ha pubblicato: I CORIANDOLI – Poesie d’amore (Editrice La Pieve, Villa Verucchio 1987).    PUBBLICAZIONI 1984-1990, raccolta di tutte le opere pubblicate sparse (Santarcangelo di Romagna 1991).
LA CANZONE – Il rapporto amoroso tra parole e musica, Guida per scrivere un testo (Edizioni Bibliograf Amici del Libro, Rimini 1993).
A T STAGH PARLẺND TI ÓCC Ti sto parlando negli occhi con poesie e aforismi in italiano e in dialetto romagnolo (Pazzini Stampatore Editore, Villa Verucchio 2003).
MOBY DICK raccontato con AFORISMI (Santarcangelo di Romagna 2011).
CHÈRTI VERTI Aforismi e poesie in dialetto romagnolo (Pazzini Stampatore Editore, Villa Verucchio 2018).

Giorgio Casadei Turroni presidente del Centro Culturale L’Ortica di Forlì è tra i fondatori dell’omonima rivista.
Negli anni 70/80 ha fatto parte in qualità di attore della Compagnia Arci “Dimensione Teatro” di Ravenna e del “Teatro Stabile della Romagna” di Faenza. È stato giornalista del quotidiano “L’Unità”, del periodico “Il Forlivese” e della rivista “Consumatori”. 

È stato direttore di Radio Flash e fra le iniziative culturali di quel periodo vanno annoverate la messa in onda del suo radiodramma “Le parole difficili”, oltre alle trasmissioni, da lui curate, ”Cantato e scritto” (poesie e canzoni d’autore) e il racconto musicale “Oggi mi sento così”. 

È presente, con alcune sue poesie, nell’agenda poetica “Dimenticario”, il suo racconto “La telefonata è stato pubblicato sulla “Gazzetta di Forlì” ed ha scritto i testi delle commedie” “Reparto 15: i vacillanti acrobati” e “Omsa che gambe”, più volte rappresentati dal TeatrOrtica “Gli Slan di Sandra”.

giovedì 18 gennaio 2024

Articoli correlati

10 febbraio • 2, 9, 16 marzo • 4, 6 aprile 2024

Letture Liminali | Terza edizione

Riprende con una terza edizione la rassegna dedicata ai libri e alla lettura che ci accompagna nei momenti di transizione e ci invita a esplorare nuovi orizzonti culturali.

© 2012-2024 Fo.Cu.STutti i diritti riservatiCF / Partita IVA 02308610407
Privacy Policy   -    Cookie Policy   -    Preferenze Cookie   -    Credits