Trasporti rurali

Portare, trasportare, trasferire.

A seconda della zona e della posizione sociale, la gente si comporta diversamente nel trasportare carichi. In generale si può dire che la gente porta dei pesi solo se non può servirsi di un veicolo o di un animale, oppure perché il carico è troppo leggero o la strada da percorrere troppo breve.

I carri usati per i trasporti rurali nella Romagna meridionale sono prevalentemente carri a due ruote è il più usato in Italia, viene trainato quasi sempre da una coppia di buoi, più raramente da vacche e, grazie alla robustezza del tiro animale, il carro può essere massiccio e pesante.

Carro a quattro ruote – è il più pesante fra i carri agricoli; viene trainato da bovini attaccati ad un timone incernierato al telaio del carro. Questo pesante carro è spesso dipinto o scolpito in alcune sue parti. Le raffigurazioni scolpite o dipinte si rifanno quasi esclusivamente a immagini religiose (difesa), quali: Sant’Antonio Abate con mitra e pastorale (identificato dai contadini in Sant’Antonio da Padova); la Beata Vergine; San Giorgio che uccide il drago.

Fanno da cornice i rosoni, festoni floreali, graffiti geometrici. Sui carri scolpiti o dipinti si legge sovente il nome del costruttore, il luogo e l’anno di costruzione, il nome del decoratore, e spesso anche quello del committente.

© 2012-2022 Fo.Cu.STutti i diritti riservatiCF / Partita IVA 02308610407
Privacy Policy   -    Cookie Policy   -    Preferenze Cookie   -    Credits